Raccontare l’America non è sempre così scontato, se ne può parlare bene o male… ci sarà sempre qualcuno che vorrà fare il bastian contrario… Questo blog non parla per esempio di problemi di burocrazia americana, a meno che non mi capitasse qualche siparietto da scriverne un lazzo, già c’è qualche amico/a che lo fa qui raccontando le proprie disavventure con la burocrazia italiana.

Raccontando le storielle di dove vivo, anche quando vivevo nella culla del rinascimento fiorentino, mi sono sempre concentrato invece nel chiedere perché alcune cose accadono: come ora mi chiedo come mai Boston venga considerata una delle città più divertenti degli Stati Uniti.← Se vedete il grafico nel link indicato, potete leggere la classica battuta o barzelletta simbolo di ogni città. Tanto per essere chiari: se non siete avvezzi all’ironia anglosassone, lasciate perdere! Non ne capirete il senso.

Ma cosa i bostoniani vorrebbero della loro città ? (lo dice il link a sinistra) – L’unico modo per farsi una propria opinione è visitarla, come hanno fatto, almeno virtualmente, i bravi presentatori del simpatico programma radiofonico su viaggi nei paraggi, come recita il loro motto, dal titolo CHE CI FACCIO QUI in onda su Radio 2 RAI, dove ho dato il modesto e fulmineo (ah, i tempi della radio!) contributo dopo un’ora di episodio, il 28 luglio nella puntata dedicata proprio a Boston.← Da ascoltare tutta!

Io intanto mi preparo per la seconda edizione radiofonica de L’Italia Chiamò, il nuovo sito è già pronto. ←

Ne parla anche la brava giornalista Barbara Mennitti su Stella Nova Magazine, con la sua intervista molto stuzzicante sui lati personali della mia storia e del perché sono sbarcato a Boston

I motori della radio e della TV si scaldano e con Stefano Marchese, che mi ha trascinato sin dall’anno scorso in questa avventura comico-musicale, la giornalista Elisa Meazzini e l’attore Roberto Di Giulio proveremo a continuare a intrattenere non solo gli expats ma anche quelli che l’Italia sognano di cambiarla: emigrando!

p. s. a proposito di emigranti, mi aspetta un gruppo di viaggiatori italiani che il 21 agosto visiteranno Boston e Newport. Vi terrò aggiornati sulle loro impressioni. Intanto, godetevi queste impressioni di chi vive all’estero. Sono solo luoghi comuni?